Articoli recenti

Stabat nuda aestas

Non so cosa ci possa essere di più “inattuale“, antimoderno, rivoluzionario e contrastante con i valori dominanti di questo tempo – o l’assenza di valori…

Ventiquattro ore in Sicilia

Sono stato ventiquattro ore in Sicilia. Toccata e fuga. Missione lampo. Sono arrivato in aereo a Catania alle 13.00 di sabato. Dopo ulteriori due…

Ho comprato una chitarra

(Foto: http://gallery.spacebar.org/) Ieri ho comprato una chitarra acustica. Erano anni che volevo farlo. Finora c’era sempre stata una scusa per rinviare. So suonare qualcosa,…

Malted Milk

«I keep drinkin’ malted milk try’n to drive my blues away» Malted milk: uno dei miei blues preferiti a cui ritorno in certi momenti…

Sicilia

Temporale di fine estate al mare

La prima settimana di settembre dello scorso anno ero tornato a Scoglitti, in Sicilia, per un breve soggiorno di alcuni giorni a casa dei miei. Verso le sei del pomeriggio ero appena sceso al mare quando si alzò improvviso un vento forte e umido, la temperatura si abbassò rapidamente mentre grandi nuvole nere, basse e gravide di pioggia, avanzavano veloci verso il mare, preannunciando lo scoppio di un violento temporale di fine estate.

Finestre e punti di vista a Taormina

La finestra è luogo di attraversamenti, di giochi molteplici di sguardi, di traiettorie speculari, di prospettive e punti di vista complementari: punto d’incontro tra mondi opposti, incarnazione della tensione tra mondo esterno e mondo interno.

Sulle tracce di Montalbano

Ci ho riflettuto un po’ se pubblicare queste foto scattate stamane a Punta Secca, in una breve toccata e fuga di quattro giorni in…

Mare e macchia mediterranea

Oggi siamo andati nella spiaggia di Randello, a circa 5 km da casa, alla quale si accede dopo un lunga scarpinata all’interno di un’area…

Il mare che preferisco

Stamane il vento si è nuovamente alzato. Intuendo che di lì a poco si sarebbe levato in tutta la sua potenza ho preso le…

Cinema

Tappeto labirinto - Shining

Shining, Borges e il labirinto (2/2)

Il labirinto è il luogo in cui la soluzione deve essere tentata ad ogni svolta, senza occhi e senza memoria: è il simbolo della ricerca istintiva, anteriore alla ragione e alla scienza.

Shining, Borges e il labirinto (1/2)

«Sotto alberi inglesi meditai su quel labirinto perduto: lo immaginai inviolato e perfetto sulla cima segreta d’una montagna. Pensai a un labirinto di labirinti,…

Scozia

Letture

E nemmeno un rimpianto

Questa non è una recensione. È la pregustazione di un’aspettativa, il sogno di una promessa fatta baluginare dalla foto di copertina e da poche…

Stabat nuda aestas

Non so cosa ci possa essere di più “inattuale“, antimoderno, rivoluzionario e contrastante con i valori dominanti di questo tempo – o l’assenza di valori…